Efficacia e sicurezza delle misure preventive contro la leishmaniosi canina

La migliore strategia preventiva per la leishmaniosi canina è, a oggi, sconosciuta. Negli ultimi anni sono diventate disponibili nuove misure preventive in Europa, tra cui la vaccinazione contro la leishmaniosi e l'uso di domperidone.

L'obiettivo del presente studio è stato quello di valutare l'efficacia e la sicurezza delle diverse misure preventive disponibili contro la leishmaniosi in cani di proprietà. Una ricerca sul database delle cartelle cliniche è stata effettuata in 52 ambulatori veterinari privati situati in aree endemiche di leishmaniosi canina in Spagna, Italia e Portogallo. Sono stati inclusi nello studio cani sani sieronegativi. La sierologia è stata ripetuta almeno 6 mesi dopo ed è stata utilizzata per classificare in modo retrospettivo i cani in soggetti sani, infetti o malati. Un totale di 1647 cani sono stati inclusi nello studio. L'uso di misure preventive in questa popolazione era molto diffuso. La singola misura più utilizzata era rappresentata unicamente da repellenti nel 45,7% dei cani, seguita dall'associazione di repellenti e vaccinazione nel 23,0%, repellenti e domperidone nell'11,3%, vaccinazione da sola nel 4,2%, vaccinazione e domperidone nel 2,7%, domperidone da solo nel 2,3 % e la associazione delle tre misure nello 0,2% dei cani. Nel 10,7% dei cani non è stata applicata nessuna misura preventiva. L'incidenza della leishmaniosi clinica nel gruppo senza trattamento preventivo applicato è stata del 12,5%. Nei casi in cui è stata applicata la prevenzione, l'incidenza riportata è stata la seguente: 10,1% per il gruppo solo vaccinale, 4,5% per il gruppo solo repellenti, 4,0% per il gruppo repellenti + vaccinazione e 0,5% per il gruppo repellenti + domperidone. Nessun cane cani dei gruppi domperidone, vaccinazione + domperidone, e associazione delle tre misure ha sviluppato la leishmaniosi clinica. Tutte le misure preventive hanno provocato un'incidenza significativamente più bassa di leishmaniosi rispetto alla mancata applicazione di misure, ad eccezione della sola vaccinazione. La maggior parte delle strategie preventive utilizzate, ad eccezione della vaccinazione da sola, ha ridotto significativamente l'incidenza della leishmaniosi. Gli eventi avversi, lievi e auto-limitanti nella maggior parte dei casi, sono stati riportati nel 5,2% dei cani ed erano significativamente più comuni nei cani dopo la vaccinazione. In conclusione, si tratta del primo studio sul campo su vasta scala che studia l'efficacia e la sicurezza delle misure preventive utilizzate abitualmente contro la leishmaniosi in cani di proprietà. La maggior parte delle strategie preventive utilizzate, ad eccezione della sola vaccinazione, ha avuto alcuni benefici rispetto alla mancata applicazione della prevenzione. In questo studio di campo, l'uso di repellenti ha mostrato un buon grado di protezione nei cani che vivono in aree endemiche di leishmaniosi canina. Sebbene sia incluso un numero inferiore di cani, l'uso di domperidone sembra fornire una protezione aggiuntiva. Il ruolo della vaccinazione e la sua associazione con altre strategie preventive necessitano di ulteriori studi.

 

Fernandez M. et al. Comparison of efficacy and safety of preventive measures used against canine leishmaniasis in southern European countries: Longitudinal retrospective study in 1647 client-owned dogs (2012-2016). Vet Parasitol. 2018 Nov 15; 263: 10-17. doi: 10.1016/j. vetpar. 2018.09.014. Epub 2018 Sep 28.