immagine

Attività svolta

Desidero ricevere una copia cartacea
Informativa sulla privacy
Iscrizione alla newsletter
Management   

Strutture veterinarie: nuovi modelli organizzativi

Cane e gatto   

Studio retrospettivo su 31 casi di residuo ovarico in tre specie

Il residuo ovarico: gestione terapeutica

Nutrizione e dermatologia in medicina veterinaria: quale relazione?

Nutrizione e dermatologia in medicina veterinaria: quale relazione?

Dossier   

Linfoma cutaneo nel cane e nel gatto

Il mastocitoma cutaneo del cane e del gatto: diagnosi e prognosi

Carcinoma squamocellulare cutaneo nel cane e nel gatto

LEGGI TUTTO

L'istiocitoma cutaneo

LEGGI TUTTO
Percorso FAD - Il paziente cardiopatico: l’importanza di una diagnosi corretta   

Esame ecocardiografico ed eco-Doppler

LEGGI TUTTO
Abbonati per accedere

Dal web internazionale
30/05/2019

Isolati microbici da corpi estranei vegetali inalati da cani

L'inalazione di spighe che migrano nel tratto respiratorio superiore e inferiore è un problema comune nei pazienti canini, in particolare durante i mesi estivi.. Queste spighe possono veicolare batteri e funghi, causando malattie da corpi estranei vegetali (grass seeds foreign body-related disease - GSFBD).

 
 
ERRATA CORRIGE

Nell’articolo dal titolo “Efficacia e sicurezza di un prodotto spot-on a base di imidacloprid e moxidectina nel trattamento della capillariosi nasale del cane”, pubblicato su Summa 10/2018 a pagina 44, la nota finale “Il presente articolo è stato pubblicato precedentemente su Veterinary Parasitology, 2017, vol. 116, Suppl 1, pp. 65-74”, è da modificarsi in “Il presente articolo è stato pubblicato precedentemente su Parasitology Research, 2017, vol. 116, Suppl 1, pp. 65-74”. Ce ne scusiamo con gli autori e i lettori. 

 

Formazione a distanza abbinata a SUMMA